Strozzapreti conditi con trombette dei morti

Funghi 023Allegria, c’è il sole. Stamane il bosco ci ha regalato, fra altro, un mezzo cestino di trombette dei morti. E’ un fungo delicato, di colore nero, che apprezziamo molto. Da parte avevamo degli strozzapreti fatti in casa.

“Impastate acqua e farina (250 grammi per due persone). Tirate una sfoglina di due millimetri di spessore. Tagliate a listarelle di mezzo centimetro, poi a tranci di 4-5 centimetri. Arrotolatevi nelle mani ogni trancio di spoglia per ricavarne dei bigoli rotondi affusolati (vanno bene come vengono)”.

Pulite le trombette – se avete un gialletto, un’aurata, un piccolo porcino potete aggiungerli – sminuzzate il tutto; passate in poco olio con uno spicchio di aglio schiacciato, una spruzzata di vino, poco sale.
Quando il liquido rilasciato dai funghi sarà evaporato, saranno cotti. Aggiungete una manciata di prezzemolo tritato, un poco di burro, aggiustate di sale e saltate. Mettete gli strozzapreti che avrete cotto per qualche minuto in acqua salata, saltate e servite.

Potete accostare anche un vino rosso garbato.