Pomodori essicati

Ecco un’altra maniera per conservare i pomodori: essicati.

Conserve 006La sera, tagliate in due i migliori esemplari di pomodori San Marzano. Con un cucchiaino togliete i semi, mettete il sale fine in quantità superiore a una normale salatura e deponeteli su un graticcio. Dopo un po’ di tempo capovolgeteli in modo che nel corso della notte possano rilasciare più acqua possibile.

Al mattino  esponeteli al sole. Curate che vi restino per tutta la giornata, voltandoli spesso (meglio se protetti con un velo dalle mosche e/o moscerini). In tre giorni dovranno perdere il liquido e mostrarsi quasi liofilizzati. Se le giornate saranno in parte piovose ed umide, aiutatevi col forno ad una temperatura massima di 60 gradi.

A questo punto potete:

– mettere i pomodori  in un vasetto ricoperti di olio e dopo mezz’ora, essendovi accertati che l’olio ricopra ancora tutti i pomodori, chiudete ermeticamente e conservate in frigor.

– mettere i pomodori così essicati in un sacchetto e congelarli nel vostro freezer; a vostro piacere, estraeteli dal freezer, fateli rinvenire per 5 minuti in un tegame con acqua  e aceto; scolateli, conditeli  guarnendo ogni strato con aglio, timo, maggiorana, origano o prezzemolo, copriteli con olio  e serviteli in accompagno al bollito o per guarnire panini o tartine con salumi.