Borgogna e parco del Morvan in camper

La Morra (2)
Langhe e nebbia.

Questa volta per valicare le Alpi e andare in Borgogna col camper, abbiamo scelto il colle della Maddalena. Il desiderio era quello di percorrere un tratto della route Napoleon. E’ stata una buona scelta.

Per arrivare a Cuneo, abbiamo attraversato le Langhe, un luogo che ci attrae molto. Prima sosta notturna a La Morra, nell’ampio e tranquillo parcheggio all’ingresso del paese.

Il giorno dopo, lungo la Statale 21, su per la Valle Stura che termina al valico della Maddalena, abbiamo dato un’occhiata a Demonte (780 m slm). Caratteristici, e da visitare, sono i portici che fiancheggiano la Statale e la chiesa di San Donato, con le grandi statue di Santi sul tetto che paiono salutare il popolo. Curioso e bello che la Parrocchia abbia istallato una piccola zona WiFi in un angolino della piazza. Meritano poi di essere visitati il palazzo Borelli e il suo parco, caratteristico e bello per la semplicità e la sobrietà del suo arredamento di piante e fiori. In due minuscole botteghe ci siamo poi muniti di alcuni prodotti di questi luoghi che più apprezziamo: dal Castelmagno ai tajarin, dai grissini alla torta di mandorle.

Risalendo la valle, che va ricordato essere una delle valli occitane del cuneese e molto trafficata dai Tir, abbiamo visitato Vinadio (904 m slm), paese famoso per le sue terme. Da vedere il grande Forte Albertino, ristrutturato e centro delle attività turistiche del comune e la bella mostra di antiche foto di persone del paese, allocata nei punti caratteristici della città storica.

Pochi chilometri dopo, in frazione Ponte Bernardo di Pietraporzio (comune di 75 abitanti), abbiamo notato una bellissima e moderna area di sosta per camper; 25 piazzole, tutti i servizi, 5 euro a notte. Crediamo possa essere un’ottima base per chi voglia trascorrere giorni di vacanza in questa valle.

Salendo poi verso il valico della Maddalena, spesso ci siamo fermati ad ammirare il mutare dei colori autunnali dello splendido paesaggio che incontravamo. A testimonianza metto alcune foto emblematiche. Giunti in cima al valico ci siamo ancora fermati, per godere del paesaggio… e riflettere su quanto sia bello il Piemonte delle Langhe e delle valli del cuneese.

Ma cosa non è bello di questo nostro bistrattato paese, solo che lo governassimo con maggiore cura e lungimiranza?