Elezioni comunali, cosa farà il M5s?

Castel Bolognese (Ra) - Casolare di campagna
Castel Bolognese (Ra) – Casolare di campagna

La settimana politica locale ha registrato una unica novità: la notizia che il candidato sindaco della lista civica Cambiamo Insieme sarà Enzo Minardi. Al momento abbiamo due candidati sindaci: Daniele Merluzzi, candidato per i Democratici per Castello ed Enzo Minardi.

Francamente a me sembra che in entrambi i casi, mi riferisco alle persone – entrambe rispettabilissime –  prevalgano gli elementi di continuità, rispetto al bisogno di novità di cui Castel Bolognese avrebbe bisogno. Ma posso sbagliare.

Ora l’attenzione si sposterà sui programmi e sulle liste dei candidati. Per la lista dei Democratici per Castello conosciamo alcune idee dei candidati che si sono misurati nelle primarie, mentre per la lista Cambiamo Insieme conosciamo un documento aperto. Quindi nulla di definitivo.

L’impressione è che i primi accenni dei programmi, così come le prime indiscrezioni sulla composizione delle liste, rappresentino un certo rimescolamento del quadro politico. Destra e sinistra appaiono al momento poco riconoscibili. Debbo dire che, parlando dell’amministrazione di una piccola cittadina come Castel Bolognese, forse non è il peggiore dei mali.

Presto sapremo anche cosa farà le Lega e, sopratutto cosa farà il M5s. A Castel Bolognese, alle politiche, i grillini hanno riscosso il 25% dei voti. Una caterva di consensi. Difficile pensare che alle comunali non avranno un loro candidato. Ma se così fosse, quei voti a chi andranno? Non credo si asterranno dal voto amministrativo, visto che alle urne andranno per votare la scheda delle Europee. Questo lascia supporre che i programmi delle forze in lizza cercheranno di accaparrarsi il loro voto, inserendo obbiettivi ad essi graditi. Ma quali obbiettivi, visto che fino ad ora il M5s a livello locale non ha espresso la ben che minima opinione?