Politica

Tigli 003Due cose.
La prima. A Castel Bolognese, la coalizione dei Democratici per Castello ha promosso per Domenica 2 marzo, le elezioni primarie fra gli elettori per decidere quale sarà il proprio candidato Sindaco per la prossima legislatura. Dopo una lunga storia che ha visto prima, la segreteria del partito maggiore decidere il candidato, successivamente il sindaco uscente a designare il successore, questa volta il processo sarà più democratico e partecipato. Personalmente, considero molto importante e positivo questo fatto. Saranno in lista tre candidati – Luca Della Godenza, Rita Malavolti e Daniele Merluzzi. Li conosco e li stimo tutti, sarà una gara molto incerta e bella nel corso della quale prevarranno, ne sono quasi certo, i contenuti e non i personalismi. Sono anche quasi certo che la dirigenza del Pd sarà corretta ed equidistante nel confronto dei tre candidati. Con il blog seguirò il percorso dei tre candidati con lo scopo di favorire l’informazione ai cittadini.

La seconda. Mi chiedo chi possa fargliela fare a Renzi di abbattere Letta, un proprio collega di partito, dalla Presidenza del Consiglio per prendere il suo posto. Renzi ha vinto il Congresso del suo Partito, non le elezioni politiche del Paese. Le elezioni politiche sono state “vinte” da Bersani, sulla base di una piattaforma diversa da quella di Renzi, alla quale ha corrisposto in larga misura anche la composizione delle compagini dei deputati e dei senatori del Pd, attualmente seduti in Parlamento. Sono quindi del tutto evidenti le difficoltà verso le quali andrebbe incontro. Rischierebbe di logorarsi e di essere “bruciato” per il prossimo giro. Per quel niente che conta il mio pensiero gli dico: stai attento, segui un percorso lineare e logico. Il percorso più logico sarebbe quello di fare, contemporaneamente, le tre riforme sul tappeto. Poi andare subito al voto.