Domenica voto Civati

noigiornidellarcobalenoDomenica ha luogo l’elezione diretta del segretario del Partito Democratico. Si vota dalle 8 alle 20; a Castel Bolognese il seggio è costituito presso l’ex chiesa di S.Maria della Misericordia, lungo la via Emilia, vicino alla sala espositiva. Il voto è aperto, ci si registra al seggio al momento del voto.

Il mio voto andrà a Giuseppe Civati. E’ giovane ed esperto. Non è stato partecipe dei giochi di potere che hanno portato, prima all’umiliazione di Prodi con il voto dei 101 e di Rodotà, poi al governo delle larghe intese con Berlusconi. Civati parla di nuova sinistra e di vero cambiamento. Sa che il perimetro della sinistra va allargato, ma lì vuole ancorarsi. E da lì partire, coniugando i suoi storici valori con la realtà odierna e con il futuro che ci attende.

Civati parla di cultura delle possibilità, propone un partito palestra dei saperi al servizio di una civiltà più giusta e di una vita più serena. Offre a tutti di partecipare e di decidere assieme. Propone di realizzare insieme le città in cui vivere, che vuole permeate di nuovi valori come la salute, il bello, la solidarietà, la partecipazione diretta.

Giuseppe Civati parla il linguaggio della speranza per ridare alla politica la bellezza e la dignità che merita. Io penso che meriti fiducia. Molti dicono: Civati è bravo, ma non vince. Siamo sicuri? Dipende anche da voi.