Congresso Pd, attenzione alle scorribande

Castel Bolognese - Marciapiede
Castel Bolognese – Marciapiede

Le regole per i congressi di circolo del Pd consentono scorribande foriere di guai. Ad esempio, se ho ben capito, ci si può iscrivere al partito fino all’ultimo istante prima delle elezioni degli organismi dirigenti. E’ questo un deliberato che favorisce i mercanti di tessere. Non so in altre parti d’Italia, ma questo a Ravenna non è mai potuto accadere, e a mia memoria non è mai accaduto.

Quella regola lì rende possibile in un partito come il Pd, strutturato di fatto in correnti, alcune delle quali molto agguerrite, scorribande di ogni tipo. Ad esempio, può accadere che il capo movimentista di una corrente recluti 50-100 persone mai viste e mai conosciute nel partito, le faccia iscrivere all’ultimo momento che queste, coalizzate, prendano in mano, con un evidente colpo di mano, tutto il partito. Compreso la sua storia e il suo patrimonio di ideali e di valori.

Da militante dei Pd, con le carte in regola, dico: stiamo bene attenti. Evitiamo iniziative strumentali e senza alcun senso politico di prospettiva. Altrimenti bisognerà correre ai ripari.