Castel Bolognese

Caprioli al parco fluviale

Castel Bolognese - Caprioli al Parco fluviale

Oggi ci è capitato di vedere una bella copia di caprioli sulla riva destra del Senio nel parco fluviale di Castel Bolognese. A poche decine di metri, sottovento. Mi ha guardato, poi ha seguito la sua compagna.

Una presenza, dopo quella delle cicogne, che valorizza il nostro bel parco, così amato e frequentato dai castellani e che ne fa un punto di notevole interesse naturalistico ed ambientale. Una ragione in più per pensare ad un suo ampliamento.

Non costa nulla sognare, ad esempio, una sistemazione seppur minima per potere percorrere a piedi e in bici l’argine fino a Tebano e fino al Ponte del Castello. E poi un attraversamento del fiume al livello delle golene, casomai con uno di quei piccoli ponti prefabbricati che si alzano e si abbassano, se l’acqua cresce (appunto per la futura amministrazione comunale).

Articoli correlati

4 commenti

  1. Per quanto riguarda “lo stato di diritto del pubblico a frequenatare la riva del fiume”, invito tutti a leggere i commenti che ho scritto nei commenti su Il nostro fiume

  2. comunque l’argine si percorre benissimo in bici o a piedi dal ponte del castello fino a quello di tebano. sono anni che lo percorro anche senza la pista battuta.

    1. Lei ha ragione. Però non da tutti è facilmente percorribile in bici nello stato in cui si trova. Poi resta da approfondire l’aspetto degli sbarramenti posticci qua e la collocati, sopratutto in direzione di Tebano. La quale cosa lascia intendere che forse non è chiaro lo stato di diritto del pubblico a frequentare la riva del fiume.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button