Perchè non si apre il sottopasso?

Castel Bolognese (Ra) - Il sottopasso di via Borello

Ogni volta che incontro gli amici della bassa la domanda è sempre la stessa: ma quando aprirete il sottopasso della via Borello?

E già, quando apriranno il sottopasso?

Qualcosa non quadra e le informazioni latitano. Chi ben ricorda sa che persone informate, l’estate scorso, annunciarono, tramite la stampa, che il sottopasso si sarebbe aperto in ottobre “in anticipo rispetto ai tempi previsti”. Siamo in gennaio, apparentemente da mesi l’opera è pronta, ma resta bloccata. Cos’è successo? Sarebbe doveroso che le ferrovie o la provincia  (o chi per loro) informassero i cittadini e le attività produttive. Tenendo conto che molti di loro subiscono disagi e/o danni, forse non preventivati, dal protrarsi di tale chiusura.

Ps – Di fianco potete vedere la foto dell’opera, vista dalla collina. Guardandola, da profano, mi pongo qualche domanda, che desidero condividere con altri.

1 – La discesa inizia con una curva a sinistra, seguita da una a destra all’imbocco del tunnel. Mi chiedo se sia il massimo della sicurezza per una strada dove transiteranno tantissimi mezzi pesanti, compreso quelli pericolosi ed esplodenti.

2 – Dalla foto non si vedono opere e tantomeno segnali che affrontino il tema dell’eventuale allagamento del sottopasso. Ci ricordiamo come ultimamente due coniugi si siano salvati grazie alla buona sorte dopo essere stati inghiottiti dall’acqua nel sottopasso di Zello. Nel nostro caso i pericoli sono ancora maggiori in quanto la strada, fino a quel punto, è in discesa e raccoglie l’impluvio della Serra.

3 – Quella strada è molto frequentata da ciclisti. Di questo, che è un dato di fatto conosciuto da tutti e dal momento che da tempo si vuole dare maggiore spazio e sicurezza a questo mezzo di locomozione, come se ne è tenuto conto? A giudicare dalla foto …