Escursione a Monte Mauro

Queste belle giornate di sole invitano a camminare a piedi in collina. Vi suggerisco uno dei tanti tragitti possibili nel Parco della Vena del gesso. Portatevi in auto fino a Zattaglia, il minuscolo borgo della valle del Sintria nel comune di Brisighella (Ra). Incamminatevi verso la pianura. Dopo circa un chilometro prendete a sinistra il comodo stradello che vi porterà in cima al Monte Mauro (m. 505). Arriverete ad un bivio, terrete la destra per salire alla chiesa, l’antica pieve di Santa Maria Assunta in Tiberiaci. Il complesso è stato ristrutturato da poco ed è costante meta di pellegrinaggi da parte delle famiglie di contadini che abitavano quei luoghi, poi emigrati in pianura. Un sentierino vi poterà in 5 minuti in cima alla vetta del monte da cui, se la vela è chiara, potrete scorgere i grattacieli di Milano Marittima e Cesenatico. Il dislivello in salita da Zattaglia è di 350 metri (un’ora buona). Poi tornerete al bivio. Nei pressi, un’azienda agricola (Rio Stella) dedita alla pastorizia con vendita di squisite ricotte e formaggi.  Giunti al bivio, proseguirete lungo il crinale fino al valico di Monte Albano da dove scenderete a Zattaglia percorrendo la provinciale (pochissimo trafficata).

La caratteristica principale di tutto il percorso è costituita dai bellissimi panorami  che si possono scorgere. La vallata del Sintria, monte Albano, la Croce di Rontana, la Vena del gesso, Riolo Terme , i calanchi, la pianura, i piccolo borgo di Zattaglia, la stupenda campagna, le forre, la macchia boschiva … . Il dislivello complessivo è di circa 500 metri in salita e in discesa. Occorrono almeno tre ore, compreso le piccole soste. E’ un percorso adatto a tutti, si può fare con le pedule da montagna, naturalmente occorre essere in buona salute.