Escursioni

Al rifugio San Marco

In sentiero che porta dalla vecchia stazione di Chiapuzza – a San Vito di Cadore – al rifugio San Marco era percorso da don Pio con i suoi ragazzi, si diceva per “fare la gamba”. A volte, qualcuno sussurrava, per scontare qualche marachella.

Quest’anno in occasione del ventennale della morte di Pio, alcune famiglie hanno pensato di rifare quel percorso, caratterizzato dall’essere molto ripido e faticoso. Gianni Vecchi ha inviato il suo racconto che potete leggere integralmente.

Dal campeggio Alfonsine don Pio dalle Fabbriche di S.Vito di Cadore al rifugio S.Marco.

Partendo dal campeggio di S.Vito, imboccando il sentiero bike verso il centro del paese si arriva alla segheria. Da qui si attraversa il Boite. Lasciando sulla dx il campo di calcio, si sale fino alla Statale e poco sopra alla ciclabile delle Dolomiti. Percorrendola in direzione Cortina d’Ampezzo, si arriva alla vecchia stazione ferroviaria di Chiapuzza (mt 1044).

San Vito di Cadore – Vecchia stazione di Chiapuzza

Da qui, seguendo l’indicazione San Bodo, lungo il sentiero molto ripido si arriva alla palestra d’arrampicata situata alla base del versante meridionale della croda Marcora.

Alla parete ci siamo fermati per una sosta con panino nell’apposita area attrezzata. Nel frattempo abbiamo guardato alcune persone che praticavano un’arrampicata.

San Vito di Cadore – Sosta alla palestra di roccia

Proseguendo verso il rifugio abbiamo incrociato e continuato con il sentiero Cai 225: sentiero impegnativo in quanto in costante e ripida salita fino al rifugio San Marco (mt 1823). Ne è testimone la nota gara trail running “Vertical Run” che si svolge qui ogni anno.

Raggiunto il rifugio San Marco ci siamo fermati per la cena e il pernottamento. La sua architettura mantiene l’originaria struttura del 1895. E’ gestito dalla famiglia Ossi di San Vito con quel pizzico di naturalezza che te lo fa apparire gradevolmente accogliente. Ci siamo trovati molto bene

Tempo di percorrenza: 3 ore. Dislivello: mt 900.

La squadra

All’indomani siamo partiti dal San Marco per rientrare alla base di partenza, percorrendo il sentiero Cai 228, raggiungendo prima il rifugio Scotter da dove, scendendo lungo le piste da sci, siamo arrivati al centro del paese di San Vito e infine al punto di partenza: il campeggio di Don Pio.

Formazione: Sofia, Matteo, Manuela, Massimiliano, Federica, Gianni.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button