Flash da Budapest

Budapest - Il ponte delle Catene

Amici nostri si sono recati recentemente a Budapest. Gli ho chiesto un flash della visita che rifletta il loro stato d’animo al ritorno. Lo pubblico molto volentieri, ringraziandoli.

E’ stato un viaggio di cinque giorni in pulman per noi bellissimo, di quelli che ti restano dentro. Il tour è stato organizzato dal PD di Anita, insieme ad Argenta, Longastrino e Consandolo.

Una cosa fatta un po’ in famiglia, senza il supporto di un’ agenzia viaggi, ma con delle persone meravigliose e con tanta voglia di parlare e di divertirsi. Ci hanno guidati un ragazzo ed un autista che conoscevano molto bene Budapest.

Insieme a loro abbiamo visitato tutta la città molto intensamente. Abbiamo cenato e pranzato nei posti più suggestivi come cantine, fattorie, barche. La guida del posto è stata bravissima.

Della città posso dire che è bella, bellissima: il Danubio, il Bastione dei Pescatori, la basilica di Santo Stefano, la chiesa di Mattia Corvino, il Parlamento, le terme, la Piazza degli Eroi, il castello di Cogollo, il Palazzo Reale, viale Andrassy… .

Ti dirò che, alla vigilia di un congresso del partito socialdemocratico, siamo stati ricevuti dal Presidente. E’ stato molto toccante per la disponibilità riservataci. Siamo stati inoltre ricevuti in Parlamento, con tanto di guida loro che ci ha illustrato un po’ il tutto. Molto bello e interessante.

L’Ungheria è un Paese che assomiglia molto al nostro, sia per la cucina – si mangia molto bene e soprattutto non manca mai il pane in tavola -, che dal lato politico e sociale per la crisi economica e gli alti tassi di disoccupazione che lo toccano. (Loredana e Giovanni)