Semine per l’inverno

(26 luglio) E’ il momento delle semine per l’autunno e l’inverno.

Lavori. Motozappa fra le fila dei cardi. Ho diradato le piantine delle cime di rapa; nel corso di questa (noiosa) operazione, ho scoperto un minuscolo insetto nero che sta bucherellando tutte le foglioline (mai visto fino ad ora, non so che fare). Ho pulito dalle infestanti i porri.

Semine. Messe a dimora le piantine di sedano; ricordarsi nell’interrarle, che il colletto deve restare scoperto, ricordare poi di cimarle (per rinvigorire le radici) e di inaffiarle spesso. Messe a dimora anche le piantine di insalata (canasta e riccia), dei finocchi primaticci. Ho collegato tutto all’impianto per innaffiarle goccia a goccia. Ho seminato le rape (tre tipi), le bietole rosse da orto e le puntarelle (di Galatina). Anche qui ho messo la goccia a goccia.

Il giardino dei frutti. Ho fatto una decisa potatura a verde alle viti da uva da tavola per favorire la maturazione dei grappoli. Ho provveduto ad irrorare con una sostanza rameica le viti e i meli e, con l’apposito insetticita, il pero cotogno gravemente colpito dalla cocciniglia.