Minestre

Risotto con cavolo e porcini secchi

Ispirato da una ricetta di Nevio Ronconi, ho voluto provare un risotto con cavolo e porcini secchi. Il risultato è stato buono, tanto da scriverne il procedimento per ricordarlo e da suggerirlo a chi volesse togliersi uno sfizio.

Per due persone.

Preparate un brodo vegetale per il risotto. Tritate finemente un quarto di cavolo cappuccio non troppo grande, ma potete usare anche il cavolo verza. Ammollate in acqua tiepida un pugno di porcini secchi.

In una padella, passate in poco olio, uno scalogno tritato finemente e uno spicchio di aglio. Dopo poco mettete il cavolo e tiratelo a fuoco vivo per qualche minuto, aggiungendo poco brodo del risotto; togliete l’aglio, aggiungete i funghi tritati, poco sale, una grattata di pepe e continuate la cottura a fuoco basso. 

A parte tirate il riso (160/180 gr) in olio evo e mezzo bicchiere di vino bianco. A vino evaporato iniziate ad aggiungere brodo. Dopo qualche minuto, aggiungete il condimento, poco sale e portate a termine la cottura. 

Spostate dalla fiamma, aggiungete due manciate di parmigiano grattugiato, aggiustate di sale, se occorre, mescolate bene e servite.

La proporzione fra cavolo e porcini dovrete stabilirla voi. La prima volta ho abbondato con i funghi secchi e il sapore era leggermente squilibrato da quella parte. 

 

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button