Tagliatelle con gli strigoli

Serra 025
Tagliatelle con gli strigoli

In questi giorni primaverili la natura ci offre i germogli degli strigoli (silene vulgaris). Sono ottimi per condire la pasta. Potete trovarli lungo i cigli dei fossi, negli argini dei fiume e dei canali, in campagna (oppure potete acquistarli).

Lavate le punte dei germogli freschi, tritatele grossolanamente. Soffriggete in due cucchiai d’olio un poco di cipolla, quando essa sarà appassita, aggiungete gli strigoli, un dito di vino, un pizzico di sale e saltate per qualche minuto, fino a quando il vino sarà evaporato. Aggiungete la pasta ancora al dente, qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta e una noce di burro. Saltate per un minuto, aggiungete una grattata di pecorino (romano) e servite.

Con le varianti potete sbizzarrirvi in mille modi. Noi vi suggeriamo questa (foto).

Ingredienti per due persone: 120 gr di tagliatelle all’uovo, un pugno di germogli di strigoli, mezza cipollina, 4-5 asparagi, un cucchiaio di mascarpone, una fettina di prosciutto crudo, un cucchiaio di parmigiano, un dito di vino bianco, poco olio Evo e poco sale.

Preparazione: tritate la cipolla e passatela in poco olio; aggiungete gli asparagi tagliati a rondelle o listarelle, poca acqua e cuocete per 4-5 minuti. Aggiungete gli strigoli sminuzzati, il vino, poco sale, poca acqua se serve; proseguite la cottura per 3-4 minuti, aggiungete le tagliatelle che avrete cotto al dente, mezzo mestolo di acqua di cottura delle stesse, il mascarpone, il prosciutto tagliato a piccole listarelle e saltate fino a quando l’acqua sarà evaporata e il contenuto risulterà bello cremoso. Spegnete il fornello, aggiungete il parmigiano, mescolate delicatamente e servite.

Strigoli in natura
Strigoli in natura