Via tutti gli orti dal fiume

Poche ore fà sono comparsi nella riva del fiume Senio a Castel Bolognese, in fondo al Boccaccio, i cartelli con l’intimazione dello sfratto per tutti gli ortolani. Sono pericolosi.

Da alcuni anni ho scoperto il significato e il piacere di coltivare un orto. Sapere che molte persone anziane, così all’improvviso, vengono private di un qualcosa di tanto significativo e utile per la loro vita, mi indigna e mi rattrista.

Tornerò su questo argomento. Intanto rivolgo a chi può rispondere alcune domande.

1. Gli ortolani sono stati adeguatamente coinvolti prima di questa decisione?

2. Si è valutato con coscienza e in modo approfondito il significato mortificante che un gesto di questo tipo ha sulla vita sociale di queste persone?

3. Si è stabilita un’adeguata compensazione sociale (orti alternativi), per questi nostri concittadini anziani?