Legittima difesa

Castel Bolognese - via Emilia (foto di repertorio)

La scorsa settimana mi è capitato di vedere la Polizia Municipale alle prese con i camion in transito lungo la via Emilia. Sono contento che finalmente i nostri vigili abbiano deciso di tornare ad estendere la loro funzione di controllo e di vigilanza anche a questi automezzi che, a migliaia, transitano ogni giorno nel centro di Castel Bolognese. Anche quando, essendo molti di essi di passaggio, potrebbero farne a meno, potendo usufruire dell’autostrada (entrata ed uscita dai caselli di Faenza e di Imola). Non è ancora dato di conoscere i risultati dei loro controlli; speriamo che l’informazione arrivi per non fare venire a meno l’effetto deterrente della loro azione.

Come cittadino di Castel Bolognese penso ad un diritto di legittima difesa da parte dei castellani nei confronti di un traffico veicolare eccessivo, opprimente e nocivo. Una delle leve tramite le quali esercitare il diritto di difesa può essere l’azione continua di controllo degli automezzi e l’azione per il controllo scrupoloso del Codice della Strada.

Certamente, anche per quanto riguarda il rispetto della precedenza ai pedoni in attraversamento sulle striscie pedonali. Quello a cui si assiste ogni giorno è vergognoso. Camion e pulmann, ma anche la grande maggiornaza delle auto, non rispetta i pedoni in attesa. E’ un segno di pura inciviltà; in nessun paese civile d’Europa – come tutti coloro che ci sono stati sanno – si assiste a scene del genere. Questo nonostante le regole del Codice stradale. E’ ora di fare qualcosa.