Variante per Castel Bolognese

Castel Bolognese - via Emilia

Allora adesso è certificato anche dalla Regione. La via Emilia, nel suo tratto in attraversamento a Castel Bolognese, è la strada più trafficata della provincia di Ravenna. Oltre 24 mila veicoli al giorno, una percentuale altissima di mezzi pesanti. E per come sono dislocati i due punti di rilevazione, il dato è anche in difetto. Ad esempio, non rileva le molte centinaia di automezzi che dalla vallata del Senio vanno alla stazione.

Questa enorme mole di traffico è destinata ad aumentare per le semplici ragioni che elenco. Il 29 luglio si è aperto il Supermercato Coop a Riolo Terme. Il 25 agosto si aprirà a Faenza, nella zona della ex distilleria Neri, il Superstore Conad con annessi 30 negozi. Seguirà sempre a Faenza, fronte Castel Bolognese, l’apertura del mega outlet Le Perle, attualmente in costruzione per il quale si parla di un elevatissimo numero di visitatori all’anno (date un’occhiata al suo sito). Avremo l’apertura del casello autostradale a Castelnuovo, sulla Borello, con tanto nuovo traffico su Castel Bolognese. Infine è di questi giorni la notizia dei passi in avanti per la costruzione del nuovo scalo merci alla stazione di Faenza che, ovviamente, catalizzerà quote aggiuntive di autotrasporto su gomma.

I dati della Regione e l’ulteriore, certo, incremento del traffico, confermano che la variante di Castel Bolognese è opera prioritaria in ambito provinciale e in ambito regionale (relativamente alla tratta della strada consolare). Questo comporta che le forze politiche lavorino per una precisa unità di intenti verso il Governo e l’Anas, affinchè la variante di Castel Bolognese entri definitivamente nella programmazione.

E’ di pochi giorni fa la notizia che la Regione ha stato approvato lo screening ambientale, realizzato a suo tempo dal Comune, relativo al progetto preliminare dell’opera. Pare che a settembre si attivi il tavolo regionale di confronto con la presenza degli Enti locali e dell’Anas. Speriamo che in quella sede possano crearsi le condizioni per l’avvio della realizzazione del progetto esecutivo dell’opera.