Festa multietnica a Castel Bolognese

Domani e domenica, 17 e 18 settembre, l’Arci di Castel Bolognese propone la Festa multietnica. Penso rappresenti il tentativo, lodevole, di offrire ai cittadini stranieri un’occasione in più per stare insieme e fraternizzare con gli amici italiani. Giustamente, a mio modo di vedere, non si parla di integrazione, termine che potrebbe non piacere a tanti, ma di festa, di manifestazione, di collaborazione. Si da per scontato che ogni etnia abbia propri valori e tradizioni e che ad ognuna di loro possa piacere rispettarli e farli conoscere. Avremo quindi, accanto ad alcuni prodotti della tradizione romagnola, diversi piatti e spettacoli della tradizione moldava, marocchina, tunisina, egiziana e altri ancora. Tutto ciò nello spirito di una positiva e feconda contaminazione.

Pare possa essere questa l’occasione per proporre ai cittadini stranieri di Castel Bolognese l’idea di tentare di fare un passo in avanti nella collaborazione fra tutti e nell’interesse di tutti. I cittadini stranieri sanno quanto la città sia ricca di servizi sociali, di associazionismo e di volontariato. Sanno che gli uni e gli altri sono elargiti a tutti, senza discriminazione alcuna. Pare logico quindi che questi cittadini si pongano l’obbiettivo di partecipare maggiormente alla gestione di questi servizi, particolarmente del volontariato. Sarebbe utile a mio avviso che si aprisse una discussione a tale proposito e che i cittadini stranieri, peraltro tanto utili all’economia locale, vi partecipassero senza riserve. Per il bene di tutti.

Per conoscere il programma, cliccate sulla foto.