Minestre

Tagliolini alle ortiche

Le ortiche stanno crescendo. E’ il momento di utilizzarne le cime per fare ottime tagliatelle.

Per 5 uova di tagliatelle.

Cuocete in pochissima acqua bollente, per circa cinque minuti, 20-30 cime di ortica e mettetele a scolare.

Versate a fontana nella spianatoia 250 gr di farina zero e 250 gr di farina di semola di grano duro rimacinata. Fate in mezzo il cratere e apritevi 5 uova. Strizzate le ortiche cotte per togliere il liquido in eccesso e passatele col passaverdure (stampo fine) sopra la farina e le uova.

Aggiungete un pizzico di sale e lavorate con le dita o con i rebbi di una forchetta, le uova e l’ortica. Poi, piano piano, tirate  dentro la farina, impastando il tutto con la dovuta pazienza – e aggiungendo poca farina se l’impasto vi pare morbido – fino a farne una palla finemente lavorata ed elastica.

Deponetela a lievitare per mezz’ora sotto un piatto.

Tirate la pasta (un pò grossettina) col matterello o con la macchinetta (penultima tacca). Tenetela per un’ora in luogo asciutto. Poi potrete tagliare la sfoglia per farne tagliolini. Se ve ne rimane cruda, potete congelarla, riporla negli appositi sacchetti e conservarla in freezer.

Potete condirle con del buon ragù alla bolognese, oppure con un sugo di puntarelle di strigoli.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controlla anche
Close
Back to top button