Visita nelle capitali baltiche, Trakai e Kaunas

Kaunas - La strada principale

Verso Kaunas, abbiamo attraversato il bellissimo parco di Trakai. Molti laghi; in mezzo ad uno di essi – sopra un’isoletta – sorge il Castello di Trakai, che abbiamo visitato. Si raggiunge percorrendo un ponticello di legno. E’ un manufatto ricco di storia, ricostruito più volte nei secoli, da ultimo con mattoni rossi. Combinato con l’acqua e il verde del parco circostante, realizza una bellissima veduta, tanto da farne uno dei punti turisticamente più apprezzati della Lituania. Ora il castello è trasformato in Museo.

Kaunas. Seconda città Lituana, centro industriale e capoluogo di provincia (contea). La città non è vivace come Vilnius, la vita scorre lenta. Il centro storico è molto esteso. Grandi spazi, poco traffico. Si nota l’importanza che la città ha avuto nei secoli. Dal punto di vista architettonico è caratterizzata da palazzi pregevoli di diverso stile. Poi tante chiese, alcune ancora da riattivare dopo che nel periodo sovietico erano state utilizzate per scopi civili come: sale da ballo o depositi per le patate. Accanto a questo aree urbanistiche assai degradate.

In giro molte persone dedite ad attività marginali come il mercatino, le ricamatrici, i venditori di gadget, i mendicanti. Qualcuno ha detto che si tratta in prevalenza di cittadini russi che mal sopportano i ritmi e le leggi del liberismo.

L’importanza di questa visita è principalmente consistita nel fatto che ci ha fatto vedere l’altra faccia della medaglia, rispetto a Vilnius.

Di seguito una slide di foto di Trakai e Kaunas.