Asilo nido, quell’albero secco può essere pericoloso

Castel Bolognese – L’albero nel cortile del Nido di cui si parla

Blog di servizio. Segnalo, perchè sarà certamente sfuggito a chi di dovere, che nel cortile dell’Asilo Nido, da tempo c’è un albero secco. In ogni momento della giornata potrebbe rompersi un ramo e investire i bambini, o le dade, che spesso vi giocano sotto.

Colgo l’occasione per svolgere una breve riflessione sulla “partecipazione”. Quando il Nido sorse, rappresentò un evento per la città. Rappresentava un anello nella catena educativa dei bambini. Tanti furono chiamati a partecipare al dibattito sui contenuti educativi della nuova struttura, dibattito che si svolse principalmente attorno a due concetti: gestione sociale e partecipazione. Si costituì il Comitato di gestione di cui facevano parte tutte le componenti e nel quale i genitori avevano un ruolo di primo piano, tanto che lo presiedevano. I genitori si sentivano pienamente investiti nella gestione del Nido, partecipavano e vigilavano sui contenuti.

Allora e per molti anni non sarebbe potuto accadere che un albero secco potesse mettere in pericolo i bambini. Certamente sarebbe stato notato, segnalato e si sarebbe preteso, a giusta ragione, il modesto intervento di manutenzione necessaria.

Mi chiedo se questa mancanza di “partecipazione”, di vigilanza e di controllo da parte dei genitori, non sia anch’esso un segno dei tempi. Purtroppo di tempi grami.