Amici dello scontrino fiscale

Oggi, alle ore quindici e zero otto, ho bevuto un caffè in un bar (importante) di Castel Bolognese. Il barista, gentile, assieme al resto, mi ha consegnato lo scontrino numero sessantaquattro. Non faccio commenti, lascio a voi giudicare.

Penso che anche nella nostra città il problema della mancata battuta dello scontrino, abbia dimensioni rilevanti.  Senza additare alcuno, sarei contento se, attorno a questo tema, crescesse l’attenzione dei cittadini.

Come Monti, penso che chi non rilascia lo scontrino sia un ladro; penso quindi che tutti i cittadini abbiano il dovere morale di chiedere lo scontrino, senza vergogna. Non è chi acquista qualcosa che deve vergognarsi.

Penso anche che tutte le persone, nessuna esclusa, che abbiano qualsiasi compito nel fare rispettare le leggi, abbiano il dovere di vigilare, controllare e intervenire.

Pagare tutti, per pagare meno.