Rapolano e Garibaldi

Rapolano - Garibaldi all'Antica Querciolaia

Paese che vai Garibaldi che trovi. A Rapolano se ne sta da un pò seduto davanti all’ingresso delle terme dell’Antica Querciolaia. E’ corrucciato in volto, forse sente ancora i postumi della ferita al piede patita in Aspromonte, poi curata a Siena dal nostro concittadino, signor Tassinari.

Ma l’acqua termale fa il miracolo, tanto da far dire al Generale, dopo un sol giorno di bagni, nell’agosto del 1867,  in una lettera diretta all’amico Barni: “I bagni di Rapolano mi hanno tolto un resto d’incomodo al piede sinistro, e l’effetto ne fu istantaneo; ciocché mi dà buona opinione di questi bagni, che penso di continuare per alcuni giorni. Se siccome ottenni la cessazione dei dolori potessi acquistare un po’ più d’elasticità, io mi troverei forte come prima. Vostro Giuseppe Garibaldi”.

Da un anno la piccola vasca nella quale fece i bagni Garibaldi è stata resa visibile al pubblico, aggiungendo pregio ad uno stabilimento termale che a me piace definire, popolare. Nel senso che riveste il pregio della gradevolezza e dell’accessibilità sotto diversi punti di vista. Uno stabilimento termale con tante proposte e servizi, che però non opprime con la presentazione sovraeccitata di modelli di benessere sopra le righe.

Rapolano - Frazione di Armaiolo

Rapolano si trova in una zona paesaggisticamente interessante, siamo nelle “crete senesi”. Il territorio è caratterizzato dalla presenza di piccoli borghi antichi e punteggiato da grandi caseggiati secolari. E’ un ambito che può senz’altro piacere agli amanti delle cose semplici. A chi fa del contatto con la natura, con la storia e con i buoni prodotti della terra le ragioni del proprio attento e curioso vagabondare.

Coloro che, come noi, viaggiano in camper, sono accolti a Rapolano con la massima cura. A lato dello stabilimento, un grande parcheggio gratuito; a fianco un’area camper comunale, a giusto prezzo, completamente attrezzata con piazzole delimitate, scarico e carico, luce.

Un solo suggerimento per i gestori delle Terme e per gli amministratori di Rapolano: pensare alla possibilità di dotare l’area dello stabilimento di una zona Wi-Fi.