Dolci, care acque

Camminare in questi giorni nel nostro Appennino è davvero bello. L’erba sta rinverdendo, incontri le prime viole e primule. Vicino ai casolari, le giunchiglie. E poi il primo tiepido sole, il vento che cambia spesso, l’aria tersa e la possibilità di vedere lontano. Ma ciò che sorprende è l’acqua. Tanta e azzurra. Sgorga, corre, zampilla, rotola, salta, brilla. Quest’anno, con tutta la neve caduta, ce nè in abbondanza. E’ quello che abbiamo potuto vedere domenica risalendo il torrente lungo il sentiero che porta a Pian di Stantino, sopra Tredozio, nella valle del Tramazzo.