AmbienteCastel BologneseIdee e proposte

Ciclabile per Faenza, bella manifestazione

Stamane ho partecipato alla manifestazione promossa dalla Fiab per chiedere la ciclabile lungo la via Emilia, verso Faenza. Una richiesta sacrosanta che oramai fa parte, purtroppo, delle grandi incompiute che riguardano in modo sensibile Castel Bolognese. Potrei citare il casello autostradale, la circonvallazione, le casse di espansione, la ciclo via del Senio collina – mare.

L’iniziativa è riuscita, ma a me è parso che ancora una volta i castellani abbiano snobbato il problema. Hanno preferito stare ai margini della piazza, casomai sorridendo – forse benevolmente – o facendo finta di nulla. Un copione questo già visto anche quasi tutte le volte che abbiamo manifestato per la circonvallazione. Si tratta di un errore di cui noi castellani dovremmo prendere coscienza. Bisogna impegnarsi maggiormente per ottenere le cose giuste.

Va detto che alla manifestazione è stato partecipe il Sindaco, nella sua veste di cittadino, certamente, ma non meno importante visto che ricopre la carica di vice presidente dell’Unione dei Comuni del faentino e che quindi saprà farsi valere, se necessario, per realizzare l’opera. Speriamo in tempi celeri.

Un’opera ovvia direi, che dovrebbe accompagnare tutta la via Emilia, da Rimini a Piacenza. Proprio ieri percorrendo la consolare da Forlimpopoli a Forlì – era qualche anno che non transitavo da quelle parti – ho notato che lì l’hanno costruita. Quindi è possibile. Debbo anche dire che non ho visto nessun ciclista percorrerla. E questa è l’altra faccia del problema ciclabili, ma la risposta a questo non può essere: allora è inutile farle. Bisogna cercare le vie giuste per portare i cittadini ad accrescere l’uso della bici. Al momento lo si fa senza adeguata convinzione.

Comunque, avanti. Castel Bolognese è un cittadina con molte ciclo pedonali che però ancora non costituiscono un sistema. So che nei prossimi mesi ci saranno novità in questo senso: il tratto comunale di ciclo via del Senio, la ciclabile verso il Molino Scodellino, il raccordo fra diversi spezzoni di ciclabili già in funzione. Inoltre si sta iniziando a discutere di un sistema di percorsi pedonali e ciclabili che investano per intero il nostro territorio comunale, toccando e valorizzando quanto di bello e di buono esiste. Abbiamo quindi la speranza concreta di fare passi in avanti.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button