Manca la pista ciclabile fino all’Intesa

Liberazione 002La grande rotonda, via Emilia – via Borello, prende forma. Migliorerà sicuramente la fluidità del traffico e la sicurezza in un punto cruciale e complesso della viabilità castellana. Peccato che non sia stato possibile proseguire con la pista ciclabile fino all’Intesa. Si dice che alcune maestranze della fabbrica si siano lamentate. Hanno ragione, ma era il caso si fossero mosse prima, casomai con i loro sindacati (tempo fa i sindacati, queste cose le facevano). Da decenni si sapeva che quella piccola opera non era nel progetto, nonostante non avesse comportato costi significativi nel contesto del grande, forse inverosimile, costo dell’opera.

Nel corso della passata legislatura, a fronte dell’insistenza con la quale sostenni che la pista ciclabile fino all’Intesa dovesse essere messa in cantiere, fu detto che il problema avrebbe potuto essere affrontato nel corso della realizzazione dell’opera, nelle more dei processi di avanzamento e di revisione dei lavori. Si capì che la questione avrebbe dovuto essere stata seguita nel tempo. Mi chiedo se questo sia avvenuto. Dal risultato parrebbe di no, ed è stato un vero peccato.