Idee che non passano

Manifestazione nazionale del Pd

Fa una certa impressione vedere che l’unico riferimento che “La Repubblica” di oggi fa al PD è nella frase che il vignettista Bucchi mette in bocca ad un Bersani comiziante, “La strategia è: più lui dura e più si indebolisce”. Poi un “caso” che ci informa dei bisticci fra PD e radicali. Null’altro. Questo significa che quasi certamente ieri il PD non ha detto nulla che abbia potuto riguardare gli italiani. E se lo ha detto, “non è passato”. E se quello che dice “non passa” vale a ben poco. Se non passa, non convince. Se non convince, rischiamo di non vincere le prossime elezioni. A me pare che in questa fase, dalla parte delle “opposizioni”, il banco sia tenuto dagli industriali e dalla Cgil. Di questo sono perfino contento, ma forse è poco. Il primato della politica non può prescindere dai partiti ed i partiti devono dare meglio l’idea di dove vogliono portare questo Paese. Non con dei trattati, ma con approfondimenti da cui enucleare elaborazioni sintetiche, comprensibili e che sappiano essere convincenti nel saper dare una risposta alle vere sfide del paese dei prossimi vent’anni.