Castel Bolognese

Com’eravamo, visto dal sito Ragazzi non fate scherzi…

In questi giorni, guardando nella memoria del mio sito che, come vedete, ha cambiato veste, ho dato un’occhiata a qualche numero.

Il primo articolo comparve il 3 settembre del 2008. Da allora in 12 anni e 4 mesi ho scritto 1593 articoli corredati da non meno di 3.000 foto. Di questi, 500 hanno riguardato in qualche modo Castel Bolognese. I commenti agli articoli sono stati 712.

Mi sono chiesto quante persone di Castel Bolognese possano avere scritto circa 1600 pagine dattiloscritte. E da quale parte possa essere una raccolta ordinata e consultabile di 500 interventi sulla realtà economica, politica, sociale che riguarda gli ultimi dodici della vita del nostro paese.

Non so giudicare questo lavoro. Può essere che sia come il vino buono e che invecchiando acquisti valore. Oppure che muoia e venga sepolto nel mare magnum della montagna delle informazioni dei social. La cosa che penso è che sono soddisfatto e che continuerò a coltivare questa passione.

Dicevo che in qualche modo ho scritto uno scorcio della storia di Castel Bolognese dell’ultimo decennio e oltre. Certo, con la particolare attenzione che gli ho dedicato e per come l’ho vista io.

Siccome penso che per andare avanti, bisogna sapere da dove si viene, ad iniziare da oggi – dopo il positivo numero zero di ieri – e nel corso delle prossime settimane richiamerò alla vostra attenzione per mezzo dei social ciò che ho scritto per illustrare il passato. Una sorta di come eravamo – così si chiamerà l’iniziativaper vedere come siamo e capire dove andremo.

Oggi inizio con il primo articolo (3 settembre 2008) che potete richiamare cliccando qui L’impegno per la sicurezza

 

 

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controlla anche
Close
Back to top button