Castel Bolognese, aperto il primo sottopasso

Castel Bolognese - Sottopasso di via Borello

Finalmente, sabato pomeriggio, è stato aperto il sottopasso ferroviario di via Borello. Pare essersi trattato di un blitz della Provincia, stanca del tiramolla fra l’Impresa costruttrice e Rfi. E’ probabile che il blocco fosse dovuto ad una  forma di pressione della ditta contro le Ferrovie per una questione di mancati pagamenti.

In mancanza di comunicati ufficiali, non è dato a sapersi se i lavori siano conclusi e, in caso affermativo, se siano stati realizzati a regola d’arte. Ad occhio e croce parrebbe così non fosse. La grande pozzanghera in fondo al sottopasso (foto), la mancanza di illuminazione (se non sbaglio) e di adeguata segnaletica verticale, come l’indicazione dell’altezza del manufatto, inducono a qualche perplessità.

Comunque la carreggiata è ampia – peccato non siano stati posti in sicurezza i ciclisti – e sufficientemente stesa. Previo la necessaria messa a punto, si tratta di un’opera importante, anche nell’ottica della tanto agognata circonvallazione.