I dati del blog

Vi chiederete se ha senso gestire un blog, se interessa a qualcuno e se serve a qualcosa. Non saprei rispondere con cognizione di causa. Posso solo dire che questo è un moderno mezzo di comunicazione utilizzato da tantissime persone. Posso anche dire che a me rende un senso di libertà. E questo mi basta.

Oggi i mezzi della tecnica consentono di avere dati circa la frequentazione di un sito. Nel caso di “Ragazzi non fate scherzi…“, nell’ultimo anno considerato (1 maggio 2010 – 30 aprile 2011), le visite sono state 6.262, il 70% in più dell’anno precedente (3.683); mediamente 18 persone al giorno (10 l’anno precedente), quasi 123 a settimana, hanno aperto il sito. Le pagine visitate sono state 11.318, il 12% in dell’anno precedente (10.104); in media 32 giorno (27 l’anno precedente e 222 a settimana. In diverse occasioni la stampa locale ha ripreso, quindi amplificato, le notizie esposte.

I commenti agli articoli scritti sono stati nell’ultimo anno 67 (28 l’anno precedente). A questi si aggiungono i post espressi su Facebook, il network verso cui indirizzo la condivisione delle pagine del blog.