“Dai, meti l’as”

Al circolo Arci di Castel Bolognese è venuto in mente di rilanciare la briscola. Così, per ridere. Si è pensato alla tradizione – non c’è anziano in Romagna che non conosca il gioco – e si è pensato ai giovani che – caso mai – sanno le regole, ma non giocano.

Conosco la briscola fin da bambino e attorno ad essa ho sempre visto spensierata allegria. Da quando la posta in gioco erano due capponi, poi la damigiana di vino, quattro conigli, una pecora. Sia che si giocasse in casa, che nella Casa del popolo o nel bar, la briscola finiva sempre con una “bella mangiata” in compagnia.

La formula che hanno pensato all’Arci, guarda alla tradizione e pensa anche ai giovani. Si inizia con un bel piatto di pasta asciutta, poi si gioca. Il premio è costituito da prodotti che a loro volta possono essere ammanniti e offrire una nuova occasione per divertirsi con i piedi sotto tavola.

A Castello hanno pensato ad una contesa con 16 coppie e come premio ai vincitori sei chili di Parmigiano Reggiano di montagna. Quattro chili agli sconfitti e due chili alla terza e quarta copia. E prima di giocare un bel piatto di Bucatini all’Amatriciana.

Se la proposta può piacervi, per i dettagli potete telefonare a Valter (3355443075) oppure a Domenico (3400532380). Bisogna prenotarsi entro venerdì 10 febbraio. Buona briscola.