Presto si vota, tutti i voti liberamente espressi saranno buoni

Cibiana di Cadore (Bl) – Panorama

Trovo stupefacente dire che, con un sistema elettorale principalmente basato sui criteri della proporzionalità, un voto espresso per la Sinistra sarà un voto a favore della Lega. Penso che le persone intelligenti non dovrebbero fare queste acrobazie. Anche perchè, se così fosse, che tipo di legge è quella che ci hanno confezionato (a forza) per andare al voto?

Molti leader politici, pensando ad un loro ipotetico tornaconto, fanno confusione. Il voto che andremo ad esprimere non li promuoverà a capi. Non sceglieremo un capo, ma eleggeremo deputati e senatori che andranno a comporre le assemblee elettive di Camera e Senato. In sostanza formeremo il Parlamento, il quale avrà poi il compito di eleggere, su indicazione e consenso del presidente della Repubblica, il presidente del Consiglio e il Consiglio dei Ministri.

Con la parola al Parlamento, ognuno dei componenti il plenum partirà alla pari con gli altri. Sarà poi la dialettica politica a formare la maggioranza possibile. Che sarà il frutto del contributo che ognuno avrà dato, partendo dal proprio punto di vista. Ecco perchè votare per la Sinistra non equivale affatto al voto per la destra. E quanti più deputati e senatori avrà la sinistra (ovunque annidata), tanto più potranno incidere nella determinazione del futuro assetto del governo, oppure dell’opposizione e dei loro programmi.

Quindi, andiamo a votare e votiamo tranquilli, per chi ci pare.