Castel Bolognese

Sparito dal faentino il basket importante

Omsa Basket Faenza 90/91 (foto pallacanestrofaenza.it)

Continua a destare stupore il fallimento della squadra femminile di basket di Faenza. Avvenuto dopo che anche la squadra maschile è sparita alcuni anni fa.

Ne parlo perché questo sodalizio rappresentava un’istituzione per Faenza e non solo. Infatti fra i supporter domenicali erano presenti sportivi di tutti i comuni dei dintorni. Non si dimentichi che nel momento della difficoltà la squadra è stata ospitata nel palazzetto di Castel Bolognese.

Spesso andavo a vedere le partite e, nonostante non conosca nemmeno le regole del gioco, mi divertivo. Per la qualità del gioco, per l’ardore che le “ragazze” mettevano in campo, per il clima del palazzetto, specialmente del Bubani e anche, lasciatemelo dire, per lo spettacolo in se costituito dalle venti atlete in campo.

Ultimamente si chiamava Club Atletico Romagna, ma prima aveva preso il nome da prestigiose aziende faentine. Chi non ricorda i marchi Hs-Penta, Erre-ti, Zama, ma soprattutto Omsa. Squadra e città vivevano in simbiosi, una si alimentava dell’altra e viceversa. Poi qualcosa nel meccanismo si è rotto e la situazione è precipitata.

La squadra rappresentava un elemento identitario per la città di Faenza, ecco perché per tante persone è difficile rassegnarsi alla sua scomparsa. E’ stato fatto di tutto per salvarla? Certamente non posso dirlo io, ma resta il dubbio. Io penso che uno dei sindaci di Faenza che ho conosciuto negli ultimi trent’anni, avrebbe trovato idee e strumenti per salvare il basket a Faenza.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controlla anche
Close
Back to top button