Castel Bolognese, assemblea per parlare di centrale a biomasse

Il Resto del Carlino e il Corriere di Romagna del 25 aprile scorso anticipavano la possibile costruzione a Castel Bolognese di una “centrale a biomasse”, detta anche “biodigestore”. Questa centrale consumerebbe mais per produrre metano che, una volta bruciato, produrrebbe energia elettrica.

Alcune cittadine sensibili al tema – bisogna dire che si tratta di donne – hanno pensato di occuparsi dell’argomento per approfondirlo e capire di cosa si tratta.

Si sono date la veste di Comitato Ambiente e Paesaggio di Castel Bolognese, hanno preso contatti, e hanno promosso una interessante iniziativa che, con piacere, divulgo anche con questo libero spazio di informazione e di dibattito. A più riprese ho trattato nel sito questo argomento: i lettori più curiosi potranno trovare i contributi nella categoria “Ambiente”.

L’iniziativa si esplica in un’assemblea pubblica promossa per GIOVEDI’ 7 Giugno, alle ore 21, presso il Centro Sociale di Castel Bolognese, che si trova in viale Umberto I, al numero 48.

Il tema della serata è:

UNA CENTRALE ENERGETICA A BIOMASSE A CASTEL BOLOGNESE?  Basta chiamarle biomasse per produrre energia pulita?

Si parlerà dell’argomento con: LEONARDO SETTI, docente universitario specializzato in tecnologie per la produzione di energia da fonti rinnovabili e con ALFREDO SAMBINELLO di Legambiente.

Nel corso dell’incontro si cercheranno di affrontare vari dubbi per capire se una centrale di questo tipo:

rappresenti una valido sistema per produrre energia?

– sia economicamente vincente per l’economia locale?

– sia sostenibile dal punto di vista ambientale (ed etico, aggiungo io)?

– faccia si che aumenti l’inquinamento di Castel Bolognese?

– rappresenti rischi per la salute dei cittadini?

Si tratta di importanti interrogativi che coinvolgono tutti. E’ bene non mancare questa opportunità di dibattito.

La cittadinanza è invitata a partecipare e a discuterne in prima persona!