Speriamo

Stamattina, pensionato fra i pensionati, sono andato a volantinare al mercato per sostenere la manifestazione a Roma del 28 ottobre, promossa dai pensionati e dalla Cgil. Idiscorsi delle persone che ho incontrato sono sempre quelli: “… ma come andremo a finire?”, “.. tanto quello non se ne va”. Confesso che è stato difficile, ed è sempre più difficile, pronunciare parole di speranza. Nel momento in cui scrivo non si è ancora conclusa la votazione sulla fiducia alla Camera. Chissà, forse…, speriamo che l’incubo si dissolva e che si possa riprendere a sperare.