Lucio Sportelli, il mio impegno per aiutare Castel Bolognese a progredire

Lucio Sportelli
Lucio Sportelli

Un apprezzato collaboratore di questo sito, Lucio Sportelli, ha deciso di candidarsi alle elezioni del Consiglio Comunale di Castel Bolognese. Derogando per un momento dalla regola che ad un certo punto mi sono imposto, di non parlare in questa campagna elettorale, ho posto alcune domande al candidato.

Ciao Lucio, quale è la molla che ti ha fatto decidere di candidarti al Consiglio Comunale?

Nella mia famiglia si sono sempre interessati di politica e la mia vita ne è stata ampiamente influenzata. Mi è stato insegnato che nella comunità in cui si vive bisogna essere attivi e non solo critici passivi.

Perché hai scelto di fare parte della lista (CAMBIAMO INSIEME) che rivaleggia con quella (DEMOCRATICI PER CASTELLO) tradizionalmente vincente?

Perché in questi anni abbiamo subito scelte politiche calate dall’alto, contro i nostri stessi interessi e perché ho avvertito un atteggiamento tiepido rispetto ad alcuni grandi problemi di Castel Bolognese. Serve una scossa, un cambio di passo.

Quale è l’idea di paese che hai per il futuro di Castel Bolognese?

Immagino un paese moderno, di piccole dimensioni che abbia al centro la qualità della vita. Una viabilità sicura per gli utenti deboli. Una attenzione particolare per l’ambiente. Una fucina di idee sostenute da una moltitudine diversa di associazioni propositive e in stretta collaborazione.

Se i cittadini ti eleggeranno, quali saranno gli argomenti sui quali ti impegnerai maggiormente?

Viabilità, ambiente e sport.

Tu sei un tecnico di una grande azienda, come è cambiato il mondo del lavoro negli ultimi anni?

Purtroppo è cambiato in peggio. Il precariato è la normalità per chi si immette nel mondo del lavoro. Il potere contrattuale è tutto nelle mani di chi offre lavoro e spesso sfruttano le pieghe della legge per ritardare il più possibile l’assunzione a tempo indeterminato. Poi ci sono alcune ‘mosche bianche’ che assumono e investono molto in ricerca e sviluppo. Ma sono sempre meno.

Nel tuo tempo libero, insegni Kung Fu, cosa ci trovi in quella disciplina?

Nel Kung Fu trovo una grande fonte di benessere, sicurezza nei miei mezzi e determinazione. Insegna il rispetto per se stessi e per gli altri, cosa che si è un po’ persa nella vita frenetica di questa società moderna.

Cosa si dovrebbe fare a Castel Bolognese per sostenere ancor più le società sportive?

Si potrebbero dare maggiori poteri alla consulta dello sport per fare rete tra le tante associazioni sportive presenti sul territorio, in modo da creare in circolo virtuoso che divulghi i sani valori dello sport al maggior numero di persone possibili.

Grazie e in bocca al lupo.