AmbienteCastel Bolognese

Basta pubblicità senza regole

OggiBisogna dire che la pubblicità gettata al volo nelle buchette della posta delle abitazioni, a cavallo del “buco”, quando non sparsa in terra, comincia ad essere un problema serio. Soprattutto per il decoro della città.

Certo, non si tratta di impedire ai ragazzi di fare il proprio lavoro – fra l’altro sicuramente mal pagato – od alle imprese di farsi la loro pubblicità; si tratta di disciplinare questo lavoro. Ovvero, stabilire alcune regole e farle rispettare. La prima regola dovrebbe essere quella che la pubblicità vada correttamente inoltrata dentro la buchetta, alfine di evitare la sua dispersione in giro. Poi potrebbero essere disciplinati altri aspetti.

Su questo tema, i sindaci possono intervenire con ordinanze. Molti comuni, da tempo hanno cercato di risolvere questo problema. E’ di quelle cose che farle, dal punto di vista finanziario, non costa nulla. Allora perchè non farle?

Articoli correlati

4 commenti

  1. Concordo con quanto scritto in questo articolo.
    Le piccole buche delle lettere, del tutto inadeguate a supportare questa moda della pubblicità cartacea, si riempiono a tal punto che spesso il portalettere ufficiale fatica ad inserire la posta vera e propria.
    A volte la vera e magari importante posta invece che stare al sicuro all’interno della buca la si trova per terra se non a penzoloni con la pubblicità.. alla mercè dei passanti e magari fradicia a causa della pioggia.
    Senza contare che una buca piena di posta è uno degli indizi che suggerisce ai malviventi l’assenza di persone nelle abitazioni.
    In aggiunta mi chiedo quanto è riciclabile e quanto è ecologico stampare queste moli considerevoli di pubblicità spesso stampate su sfondo scuro.

    1. Lorenzo buongiorno, visto l’interesse che l’argomento suscita, si potrebbe pensare di dare corso ad una piccola petizione fra i cittadini da inviare al Sindaco con la richiesta di esaminare il provvedimento e adottare provvedimenti consoni. Cosa ne pensa? Potre farmi carico io della parte organizzativa.
      La saluto.
      Domenico Sportelli

  2. Finalmente qualcuno se ne accorge 😉
    Io ricevo regolarmente la pubblicità doppia, cioè chi imbuca la posta mi mette due copie della stessa pubblicità così magari fa prima a finire il numero di volantini da distribuire! (truffando il cliente, aggiungo io).
    In linea generale ho visto che più o meno il 50%-60% del rifiuto di carta che faccio è per queste pubblicità. E’ una cosa esagerata.
    In più se scrivo sulla buchetta della posta “per favore niente pubblicità”, questo messaggio, viene letto quasi come un invito a metterne il doppio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button