Castel Bolognese, sarebbe stato preso chi ha causato l’incidente mortale

Castel Bolognese - Via Emilia (foto di repertorio)Dunque, l’automobilista che sabato sera ha ucciso un’anziana signora di Castel Bolognese, mentre stava attraversando sulle strisce pedonali, pare sia stato arrestato. Si tratterebbe di un cinquantottenne di Marradi. L’auto dell’incidente sarebbe stata trovata a Lugo, grazie alla segnalazione di un passante. A sua discolpa, la persona arrestata pare abbia detto di non essersi fermato, sostanzialmente per pavidità.

Questo è un fatto importante, che dimostra sicuramente come le forze dell’odine interessate abbiano fatto bene il proprio lavoro.
La signora Imelde Ghetti, deceduta nell’incidente, sarà sepolta a Castel Bolognese, domani, venerdì, alle ore 14,30.

Esprimo le mie più sincere condoglianze al figlio Giovanni Morini e a tutti i familiari. Imelde, ogni volta che ci incontravamo, trovava sempre belle parole da dire. Chiedeva notizie dei miei figli, si dimostrava interessata di tante cose e contenta, seppure preoccupata, per il buon lavoro che suo figlio Giovanni porta avanti per la città di Castel Bolognese, nella sua veste di assessore.

Domani la comunità locale si raccoglierà, ancora stupita e affranta, attorno alla famiglia per le esequie.

Poi verrà il tempo per discutere come dare sicurezza ai cittadini castellani, oberati troppo pesantemente dal traffico veicolare.
Ma ci sarà poco da discutere, le risposte sono sul tavolo da tempo.

Primo, la circonvallazione per deviare dal centro abitato il traffico a lunga percorrenza e consentire così di intervenire per ristrutturare efficacemente ai fini della sicurezza, il tratto della via Emilia interna.

Secondo, in attesa della circonvallazione, scegliere di subordinare la fluidità e gli interessi del traffico veicolare lungo l’arteria, alla tutela della salute e dell’integrità fisica dei cittadini di Castel Bolognese. Secondo le leggi in vigore.

Terzo, essere costantemente e continuamente più vigili e più severi nei confronti dei conducenti di automezzi che infrangono pericolosamente le regole.

ULTIM’ORA – La notizia dell’arresto è confermata. Il colpevole ha confessato.