Ciclabile da Castel Bolognese a Faenza, con la nuova legge regionale si potrà fare.

Seguo per conto degli Amici del Senio il percorso della legge che la Regione vuole approvare per favorire l’andare in bicicletta. La previsione è che detta legge sia approvata a giugno di quest’anno. Sarà finanziata con un milione il primo anno e si prevede di arrivare nel corso degli anni a 25 milioni di stanziamenti.

Per lungo tempo a Castel Bolognese si è parlato di pista ciclabile fino a Faenza. Sarebbe una buona cosa. Ricordo che negli anni in cui rivestii l’incarico di assessore se ne parlò tanto. Assieme a Faenza. Se non erro c’era già un progetto, furono chiesti alla Regione finanziamenti. Che arrivarono. Ma i denari non erano sufficienti. Allora il Sindaco di Castello concordò di lasciarli a Faenza. Che li utilizzò per la ciclabile verso Granarolo. Immagino che in cambio si stabilisse l’impegno che la volta successiva il beneficio sarebbe stato per Castel Bolognese.

Ricordato questo, penso che la legge in arrivo sia un eccellente viatico per rilanciare e realizzare quel vecchio progetto. Senza dimenticare che a suo tempo si parlò parecchio anche di una ciclo-pedonale fino a Biancanigo – parrocchia di una parte dell’agglomerato urbano castellano – e di una ciclabile che congiungesse via Khennedy con la ciclabile della via Emilia, verso le fabbriche. A ben vedere, tutti questi progetti stanno dentro gli obbiettivi della futura legge. A chi di dovere questo suggerimento. E tanto meglio se già ci si è pensato.