Dopo la variante di Voltana, la nuova San Vitale

La Provincia ha stanziato 550 mila euro per la redazione del progetto definitivo del primo stralcio della nuova San Vitale. Questo è avvenuto dopo che la provincia stessa ha stanziato più di 5 milioni di euro per la circonvallazione di Voltana. Penso che queste decisioni ipotechino per diversi anni gran parte della disponibilità della provincia per infrastrutture stradali. La cosa che ancora non è chiara è sapere chi finanzierà il primo stralcio della nuova San Vitale. Un’ipotesi è che sia la Regione. In questo modo credo non sia fuori luogo pensare che:

le disponibilità per molti anni della Provincia, andranno a finanziare la circonvallazione di Voltana;

– le disponibilità per molti anni della Regione su Ravenna, andranno a finanziare la nuova San Vitale.

Sono sicuramente queste opere fondamentali ed urgenti, ma cosa resterà, ad esempio, per la variante di Castel Bolognese con il suo naturale prolungamento fino alla Naviglio? Posto che nessuno può ragionevolmente pensare che l’Anas finanzi per intero quest’opera?

Credo che le istituzioni locali, i partiti e le persone di buona volontà debbano assolutamente scongiurare che lo scenario sopra riportato abbia a verificarsi.