La scorta che non scorta

Ho visto la scena del tipo che scaglia il duomo contro B. E’ molto vicino, prende la mira per parecchi secondi sbracciandosi più volte nel gesto del pallanuotista che cerca di ingarbugliare il portiere avversario. Quindi un gesto molto evidente, prolungato nel tempo. Tutto ciò accade senza che uno dei cento giganti occhialuti che proteggono il premier (avete presente come lo circondano quando entra a palazzo Chigi?) si accorga di ciò che sta per accadere? Mah! Se qualcuno non ha chiuso un occhio (nella nostra Italia dei misteri potrebbe anche accadere), B dovrà cambiare la scorta (e forse anche Maroni, che credo ne sia il titolare).