Che tristezza

Sabato scorso abbiamo fatto un banchetto al mercato di Riolo Terme a sostegno della candidatura di Marino alla segretria del Pd. Eravamo sotto la bandiera del Pd, quindi, agli occhi dei passanti eravamo il Pd. Ebbene, il dato che ho colto è stato quello di un’assoluta freddezza. Le persone passavano senza degnarci di uno sguardo, nella indifferenza più assoluta. Chi diceva qualcosa era per inveire. La maggioranza accettave il volantino, ma tanti lo rifiutavano. Nella sostanza abbiamo parlato pressochè solo con i conoscenti. Negli anni ho partecipato a centinaia di banchetti e volantinaggi, ma una freddezza del genere non l’ho mai colta. Davvero triste. Forse una ragione in più per cambiare veramente. Questo Pd così non và. Non sò quale sia la ricetta buona, ma non certo quella di guardare indietro. Credo sia giunto veramente il momento di lottare per un partito nuovo, che metta in cornice il passato, proiettato nel futuro,  con nuove idee e una nuova classe dirigente. Se non ora, quando?