‘Je m’appelle Hmmm…’ di Agnès B.

Storia di incesto raccontata con la giusta delicatezza. Purtroppo la regista si lascia andare a immagini e scene artistiche che all’interno di un film del genere distraggono dal tema centrale.

E’ un peccato perché il soggetto era interessante e gli attori validi. Forse il fatto di portare questo film a Venezia ha fatto sì che la regista volesse dare quel tocco di originalità, ma alla fine ha ottenuto solo un effetto narcisistico. Non ci siamo.