Cinema

“Con il fiato sospeso” di Costanza Quatriglio

Stamattina cominciamo la maratona con un paio di corti. Il primo è italiano.
Tratto dalla storia vera di Emanuele, ricercatore di Farmacia dell’Università di Catania, morto di cancro nel 2003. Il tema è l’inquinamento ambientale all’interno dei laboratori farmaceutici. Fatto alla stregua di intervista/documentario il corto è molto toccante e veramente ben fatto.
Devo dire che quando penso al cinema penso a cose diverse rispetto a queste, ma rimane un ottima visione.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button