Ricordo Vincenzo Mirri

Nei giorni scorso è morto Vincenzo Mirri, aveva 87 anni. Vivissime e sincere condoglianze alla famiglia.

Ricordo Vincenzo fin dalla fine degli anni sessanta, quando venni a lavorare alla Camera del Lavoro di Castel Bolognese. Era un bracciante, un capo d’opera dell’azienda Fruges di Massalombarda che aveva diversi poderi anche a Castelnuovo. Vincenzo era un attivista della Federbraccianti-Cgil. Faceva parte del Comitato Direttivo della Camera del Lavoro ed era sempre presente e partecipe quando si trattava di lottare, con scioperi e manifestazioni, per la giusta paga e la dignità del lavoro.

Vincenzo Mirri era anche un militante del P.C.I. ed era sempre presente alle varie iniziative del Partito, a partire dalle Feste dell’Unità delle quali è stato per lunghi decenni uno dei più assidui collaboratori.

Dopo la famiglia e il lavoro, per Vincenzo c’erano la CGIL e il PCI. Assieme ad un folto gruppo di attivisti, impersonava la dedizione e l’umiltà. Pochi discorsi, ma sensati ed efficaci. E tanto lavoro. Fu quella la base della scuola che poi determinò a Castel Bolognese la svolta politica a sinistra degli anni sessanta.

Vincenzo grazie, Non ti dimenticheremo.