Chi sono

Mi chiamo Domenico Sportelli, sono nato nel 1949, abito a Castel Bolognese in provincia di Ravenna. Dopo alcuni anni in fabbrica, dal 1971 ho lavorato per 33 anni nel sindacato, la Cgil. Per 21 anni a Faenza come responsabile delle categorie: commercio, alimentazione, chimici, metalmeccanici; poi responsabile organizzativo e per 9 anni segretario della Camera del Lavoro. Dal 1992, ho lavorato per 3 anni alla Cgil regionale e per 9 anni a Ravenna come direttore provinciale del Patronato Inca. Nel 2004 sono stato eletto per una legislatura nel Consiglio Comunale di Castel Bolognese dove mi sono occupato, come assessore, di: servizi sociali e sanità, viabilità e trasporti, polizia municipale e protezione civile. Ora sono pensionato a tempo pieno. Sono attivo nel volontariato locale. Seguo e mi occupo di politica. Mi piace scrivere, viaggiare in camper, camminare in montagna, andare in bicicletta, cucinare, coltivare l’orto. Assieme a Marisa, abbiamo due figli di cui siamo fieri. Ho due fratelli a cui sono molto legato, un’adorabile nipotina.

Perchè un blog

Per comunicare informazioni, fatti e conoscenze che possono essere utili ad altri. Per esporre idee col proposito di alimentare un sereno dibattito su temi di interesse politico, sociale e culturale. Per aprire una finestra indipendente e libera.

Nota

Questo blog “RAGAZZI, NON FATE SCHERZI…” non è una testata giornalistica, il suo aggiornamento non prevede periodicità stabilita.
Non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7.3.2001.
Questo blog “RAGAZZI, NON FATE SCHERZI…” promuove la libertà di pensiero, aderisce ai principi della Costituzione repubblicana, è antifascista e antitotalitario.
Ripudia intolleranza, razzismo e antisemitismo.
I testi, salvo diversa indicazione, sono proprietà intellettuale dell’autore.
Nel può essere presente materiale su cui potrebbe gravare il diritto d’autore, viene pubblicato senza intenzione di ledere i diritti dei proprietari e senza volerne ricavare profitto economico. In qualunque momento il proprietario può chiederne la rimozione.