L’orto comincia a produrre

(5 maggio) Il mio orto comincia a dare il meglio di se. Si stanno diradando gli asparagi, ma va alla grande l’insalata trapiantata a febbraio. Gli spinaci, i carciofi e i piselli sono nella fioretta. Sono maturati i primi ravanelli e le prime fragole. Si annuncia l’insalata da taglio. L’acqua di ieri, anche se un pò violenta, è stata manna caduta dal cielo.

Lavori. Poca roba, il terreno è molto bagnato e non conviene pestarlo. Ho tolto le infestanti (gramigna) dagli asparagi.

Semine. Messo a dimora le piantine dei pomodori da terra, quelli buoni per la passata. Li ho posti vicino ad una canna in quanto voglio provare ad alzarli un pò dal piano del terreno.

Raccolte.  Asparagi, insalata in cespo, ravanelli, carciofi, piselli e le prime fragole.

Il giardino dei frutti. Il vicino mi ha detto che adesso bisogna stare attenti alla ticchiolatura e alla peronospera. Vedremo.

Pollaio. Gallina Giacomina continua a dare i numeri. Si è appesantita, fra versi strani, niente uova. Oggi, mentre frugavo la terra per piantare i pomodori, non si vedeva nessun vermicello e lei ha cominciato a beccarmi le dita. L’ho sgridata, si è innervosita e ha cominciato a beccare le fragole rosse, peraltro senza mangiarle.