Adesso la patata

Il solco per la patata

(26 febbraio) E’ il momento della semina della patata.

Lavori. Prima della nuova ondata di pioggia ho appena il tempo di fare i solchi per seminare le patate. Scelgo una posizione dell’orto dove non abbia messo il tubero negli ultimi due anni. Nella terra raffinata con la fresa agricola, tiro un filo per fare il solco dritto. Un solco di dieci metri per le patate precoci e uno di venti metri per le invernali. Alla fine, dentro i solchi, spando un po’ di concime (io uso lo stallatico, un concime completamente naturale) e della cenere tenuta acconto in un bidone (ricca di potassio – di cui la patata ha molto bisogno – e altri minerali).

In attesa di una giornata propizia per la semina, si possono acquistare le patate da seme. Io semino la Primura, una pasta gialla, come patata precoce e la Kennebec, una pasta bianca, per il consumo del prossimo inverno. Per la fila di venti metri, siccome le depongo a 40 centimetri l’una dall’altra, ne acquisto 15, che poi taglio in due, avendo cura che in ogni parte ci sia almeno un occhio germinale. Occorre avere cura che il taglio avvenga almeno un paio di giorni prima della semina, affinché si cicatrizzi prima della semina.