I Misericordiosi

Castel Bolognese - Sede della ConfraternitaNon c’è tempo che tenga; col sole o con la pioggia, con la neve o con il ghiaccio, i volontari della Misericordia sono in azione tutti i giorni per sostenere le persone e le famiglie bisognose e in difficoltà. Personalmente dedico da sette anni un’ora di tempo alla settimana per un servizio di trasporto: ogni giovedì mattina trasporto al Centro Diurno alcuni anziani. Potrà sembrare poco, “cosa vuoi che sia un’ora a settimana”, si potrebbe obiettare. Va bene, ma complessivamente nel mio caso sono oltre duemila le ore di lavoro già donate. Più di due mesi di lavoro in fabbrica o in ufficio.

Sono felice di questo lavoro, continuerò a svolgerlo. Sono felice perchè fare qualcosa per chi ha bisogno mi fa sentire bene. Mi concilia con la vita. Faccio questo senza smettere di impegnarmi per una società migliore, per una società più giusta e solidale. Dare una mano a chi ha bisogno, senza chiedere nulla in cambio, penso sia la base per la civile convivenza delle persone. E’ un esempio che credo valga come insegnamento. Che valga sopratutto per i giovani, per quei giovani che abbiamo il dovere di schermare dalla società del bunga bunga.

La Misericordia di Castel Bolognese può contare sul volontariato di sessanta autisti. Dispone di otto automezzi con i quali vengono aiutati tutti i cittadini che hanno bisogno di spostarsi, non avendo la disponibilità di un mezzo o essendo in difficoltà a deambulare. Vengono percorsi in media 120 mila chilometri all’anno. Un lavoro eccezionale che incide sul benessere e la qualità della vita dei cittadini singoli e delle loro famiglie. I servizi che svolge sono completamente gratuiti, accetta offerte libere e volontarie dalle persone che utilizzano il servizio. La Misericordia di Castel Bolognese può contare su seicento famiglie iscritte che la sostengono con una quota minima, ma sopratutto può contare su copiose donazioni provenienti da mille rivoli. In particolare può contare sulla convinta e forte solidarietà di tutta la città e di tutte le espressioni del mondo politico, economico e sociale.

La Misericordia di Castel Bolognese è anche tanto altro. Gruppo di volontari per la Protezione Civile, attività infermieristiche, punto di ascolto, sostegno a famiglie in difficoltà, pacchi e mensa a persone e famiglie in disagio, aiuto materno alla vita. E’ tanto, la Misericordia, da dovere dare ragione a don Gianni, il Governatore della Confraternita, quando in un recente passato ricordò sommessamente all’allora sindaco di essere persona fortunata ad avere la Misericordia nella città da lui amministrata.

Concludo con un invito a chi legge queste parole a stare vicino alla Misericordia. A dedicargli qualche ora di lavoro volontario perchè possa continuare a svolgere il proprio ruolo. Un invito che mi sento di rivolgere anche ai tanti cittadini stranieri che risiedono a Castel Bolognese. Che lavorano per il benessere di tutti, che sono in cerca di una giusta integrazione, che sono certamente sostenuti nelle loro difficoltà dai tanti servizi di cui la nostra città dispone, fra cui il ricco e articolato mondo delle associazioni e del volontariato.

Ho scritto questa nota anche nella speranza che sia letta da persone residenti in comunità che non dispongono di tale servizio. Per dire loro che si può fare. Che ovunque può nascere una Confraternita, un’associazione, un gruppo che dia un contributo analogo o simile. Sono certo che l’esperienza maturata a Castel Bolognese può essere utile per tutte le iniziative che venissero promosse a tale scopo. Fatevi sentire.